1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Uso dei loghi della Regione Emilia-Romagna
PPS Modena - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

La promozione dello sport per la salute

 

Accordo con CONI, CIP, Società Sportive regionali

Il contesto di riferimento

Il Piano Regionale della Prevenzione 2010-2012 prevede numerosi interventi per la promozione della attività fisica della popolazione. Tra questi, uno è indirizzato specificamente al mondo dello sport: "Costruire, dare applicazione e diffondere accordi di collaborazione tra Regione Emilia-Romagna, CONI e enti di promozione sportiva per promuovere lo sport per la salute e l'attività fisica nella comunità locale e rendere il contesto sociale più orientato al benessere dei cittadini (popolazione target: giovani, adulti, anziani)"

I risultati attesi attraverso la realizzazione di questo obiettivo, sono
a) l'aumento del numero delle associazioni sportive che promuovono nei giovani lo sport per la salute. Le associazioni sportive dovranno impegnarsi a privilegiare gli aspetti di promozione della salute, formativi e di socializzazione rispetto ai valori dell'agonismo: ciò significa che ogni bambino che si avvicina allo sport dovrà essere indirizzato alla disciplina più confacente alla sue caratteristiche e si dovrà evitare ogni forma di esclusione nei confronti dei bambini meno dotati;
b) L'incremento del numero associazioni sportive che offrono occasioni per fare attività fisica sul territorio, "aprendo" le strutture a disposizione e creando occasioni di attività motoria alla popolazione oltre che ai praticanti abituali e agonisti;
c) Lo sviluppo di una impiantistica tesa a sostenere l'attività fisica della comunità locale oltre che la pratica agonistica, sviluppando forme di incentivi, come l'accesso privilegiato al credito sportivo per i soggetti che costruiscono impianti sportivi o modificano quelli esistenti, in una logica di apertura alla popolazione

Per dare attuazione a tale progetto di intervento la Regione Emilia-Romagna il 7 Maggio 2012 ha stipulato un accordo con il CONI, il CIP e le Società Sportive regionali.

Successivamente il Gruppo di lavoro misto Regione-CONI-CIP-Società Sportive, che ha coordinato tutto il lavoro di preparazione e implementazione del progetto di intervento, ha dato avvio alla fase esecutiva della parte informativa-formativa rivolta alle società sportive per condividere con loro questa nuova visione dello sport, più orientata ai reali bisogni fisici e psicologici delle persone, dei giovani in particolare, e più ancorata alla vita quotidiana della comunità, e per reclutare le società interessate a sviluppare le loro attività in questa direzione.

L'iter esecutivo di questa parte del progetto ha previsto la pubblicazione della DGR 124/2013 "Approvazione del programma di formazione finalizzato a promuovere lo sport per la salute, rivolto a dirigenti e tecnici delle società sportive dell'Emilia-Romagna di cui all'accordo di collaborazione fra la regione Emilia-Romagna e i comitati regionali del Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI), del Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e gli Enti di promozione sportiva".

 
 

Il percorso previsto dalla DGR 124/2013

Formazione per tecnici e dirigenti delle Società sportive dell'Emilia-Romagna

L'obiettivo generale è quello di realizzare un percorso di formazione rivolto ai tecnici e ai dirigenti delle Società e Organizzazioni sportive presenti sul territorio regionale per:

  • sensibilizzare le persone che rivestono ruoli tecnici o decisionali all'interno delle società e organizzazioni sportive sul contributo che queste strutture sociali possono dare, nella logica del welfare di comunità, all'obiettivo generale di migliorare la salute collettiva, favorendo l'acquisizione dell'abitudine al movimento e a uno stile di vita attivo anche a bambini con disagio o disabilità o a persone fragili, sviluppando le necessarie competenze per promuovere l'inserimento sociale e migliorare la salute di queste persone;
  • portare a conoscenza delle stesse persone:

   - i dati epidemiologici riguardanti le relazioni fra attività motoria e sportiva, salute e gli aspetti sanitari legati alla sedentarietà ed agli effetti prodotti dalla mancanza di movimento;
   - le basi teoriche riguardanti gli effetti benefici del movimento sulla salute e il valore dell'acquisizione da parte dei bambini delle capacità motorie di base (correre, saltare, arrampicarsi, fare le capriole, ecc.) e il coordinamento neuro-muscolare, non sempre possibili nella società di oggi;
   - gli elementi di psico-pedagogia per promuovere lo sport per la salute tra i giovani e per assicurare una efficace collaborazione con gli altri attori del territorio coinvolti nello sviluppo degli interventi proposti;
   - le esperienze pratiche già realizzate in Emilia-Romagna, per realizzare gli obiettivi di cui al punto precedente;

  • favorire lo sviluppo, a livello delle comunità locali, di relazioni fra il mondo dello Sport, il Servizio sanitario regionale, la scuola, le famiglie e le Istituzioni, per favorire la messa in atto di programmi secondo i principi sopra descritti.
 

Costituzione di un gruppo locale

La Delibera prevede la costituzione in ogni provincia di un gruppo locale, composto da un rappresentante di:
CONI, CIP, Enti di promozione sportiva, Azienda Usl, Scuola, Enti locali.
La costituzione di tali gruppi avverrà per iniziativa dei Dipartimenti di Sanità Pubblica delle Aziende Sanitarie locali.

 

Realizzazione di un incontro di formazione con i gruppi locali

La realizzazione di un incontro di discussione/formazione con i gruppi locali, promosso e gestito dal gruppo regionale, ha lo scopo di illustrare il progetto, validarne i presupposti e i contenuti e organizzare le fasi successive del percorso e le possibili declinazioni locali.

 

Compiti del gruppo locale

Il Gruppo locale dovrà:
- sovraintendere alla sensibilizzazione e reclutamento delle società sportive locali
- occuparsi della organizzazione degli eventi formativi provinciali
- pubblicizzare e radicare il progetto nel territorio.

 

Gli eventi formativi

- Sono rivolti alle Società sportive/organizzazioni sportive operanti sul territorio invitate a cura delle articolazioni periferiche del CONI.
- E' previsto un programma tipo (predisposto d'intesa fra gruppo regionale e gruppo locale)
- Sono predisposti materiali da utilizzare durante gli incontri (diapositive, materiale informativo, ...)