1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Uso dei loghi della Regione Emilia-Romagna
PPS Modena - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

La peer education per promuovere la salute

 

Il metodo della peer education (educazione tra pari) consente di attivare un proficuo processo di comunicazione tra i ragazzi, contraddistinto da un'esperienza profonda ed intensa, oltre che da un atteggiamento di autenticità e di sintonia tra le persone coinvolte. In tal modo, gli studenti non rappresentano solo i destinatari di informazioni, valori ed esperienze trasferite dall'educatore, ma diventano protagonisti, soggetti attivi della propria formazione, potendo comunque sempre contare sulla collaborazione degli adulti (insegnanti/operatori). Il potenziamento delle risorse personali e dell'autostima nei ragazzi, nonché lo sviluppo delle loro competenze sociorelazionali sono risultati della peer education che fanno di quest'utlima un patrimonio prezioso che la scuola può "spendere" su altri versanti e tematiche.

 
 
 

I progetti in Sapere & Salute

 

Youngle LoveAffaire -

Il primo servizio pubblico gratuito di sostegno psicologico basato su un social network rivolto ad adolescenti e gestito da adolescenti (peer educator), adeguatamente formati con il supporto di psicologi, medici ed esperti di comunicazione.
Questo è Youngle Love Affair, presente su Facebook e su Whatsapp (al numero: 3666332747, attivo il martedì nella fascia oraria 20-22), con la possibilità di chattare con i peer su temi che riguardano l'affettivita, la sessualità,  le relazione di coppie e con i genitori, la relazione con se stesso e il proprio corpo.

 
 

Alcuni dati

Progetto "L'educazione tra pari in tema di affettività, sessualità e tutela della salute riproduttiva"

 

Coinvolti anno scolastico 2013/2014:
- 27 Istituti
- 25 docenti
- 577 peer educator formati
- 6875 ragazzi (275 classi)

Il progetto è integrato con "Scuole libere dall'alcol" e con "Scuole libere dal fumo"

 

Coinvolti anno scolastico 2012/2013:
- 20 Istituti
- 61 docenti
- 364 peer educator formati
- 5.086 ragazzi (230 classi)

In 9 istituti il progetto è integrato con "Scuole libere dall'alcol" e in 5 istituti con "Scuole libere dal fumo"

 

Coinvolti anno scolastico 2011/2012:
- 11 Istituti
- 63 docenti
- 228 peer educator formati
- 2.240 ragazzi (112 classi)

 

Da dove siamo partiti

 

Eventi e approfondimenti