1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Uso dei loghi della Regione Emilia-Romagna
PPS Modena - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Alcol, non sei uno di famiglia

Il consumo responsabile si insegna anche con il buon esempio

In aprile, mese dedicato alla lotta all'alcol, le Aziende sanitarie modenesi promuovono la campagna "Alcol, non sei uno di famiglia", che prevede numerose iniziative nel territorio della provincia di Modena.

 
alcol

L'immagine che compare sui materiali della campagna, una bottiglia di vino "ritagliata" dalla classica foto che ritrae nonni, genitori e nipoti, si propone di sensibilizzare sul ruolo educativo e di esempio che la famiglia può esercitare per prevenire i rischi derivanti dal consumo di alcol. L'iniziativa, sostenuta dalla Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria, è realizzata insieme alle associazioni di auto-aiuto della provincia (AA, ACAT e Al-ANON) e in collaborazione con Ordine dei Medici, Ordine dei Farmacisti, Federfarma Modena e Farmacie comunali di Modena S.p.A. Partecipano alla campagna anche gli Ospedali Privati Villa Igea e Villa Rosa.

 
 
 

I dati sul consumo di alcol

logo PASSI

Rispetto ai dati sul consumo di alcol nel nostro territorio, le stime del rapporto PASSI (sistema di sorveglianza sui comportamenti di salute) dicono che in provincia di Modena 325mila persone fra i 18 e i 69 anni, pari al 69% della popolazione, assumono alcolici, mentre il 24% delle persone adulte possono essere classificate come consumatori a rischio. I più esposti sono i maschi giovani (il 50% fra i 18 e i 24 anni).

 

Particolarmente preoccupanti i dati regionali (HBSC - Health Behaviour in School-aged Children) che si riferiscono all'uso di alcolici da parte dei giovanissimi: già dall'età di 11 anni i ragazzi cominciano ad avere un rapporto problematico con l'alcol, se si pensa che il 5% degli undicenni, l'8% dei tredicenni e il 25% dei quindicenni ha riferito di aver bevuto tanto da ubriacarsi almeno una volta.  Il 6% dei 15enni poi dichiara di assumere alcolici quotidianamente. Inoltre il consumo smodato di alcol (binge drinking) riguarda l'8% degli intervistati PASSI e si associa alla giovane età (si passa dal 18% dei 18-24enni al 4% dei 50-69enni) e al sesso maschile (13% contro il 3% delle donne).

In compenso, sempre secondo le stime PASSI, la circostanza di vivere con ragazzi under 14, indipendentemente dal grado di parentela, è un elemento di responsabilizzazione per gli adulti: il 19% dei modenesi che vivono con minori di 14 anni consuma alcol in modo rischioso per la propria salute rispetto al 26% di chi non ha ragazzi in famiglia.  Da questi dati si evince che 89 mila persone tra i 18 e i 69 anni assumono alcol in modo rischioso per la propria salute pur avendo in casa un bambino o un ragazzo.

 
 

I suggerimenti per i genitori

I genitori giocano un ruolo fondamentale per fare interiorizzare ai bambini e agli adolescenti un atteggiamento responsabile nei confronti dell'alcol, che non enfatizzi comportamenti a rischio o di abuso/dipendenza da alcol.
Come? Ecco alcuni suggerimenti

  • non esortare mai i bambini a bere! Sono troppo piccoli, per loro l'alcol è dannoso anche in modiche quantità. L'Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda che i ragazzi sotto ai 16 anni non bevano alcolici perché il loro organismo non è in grado di digerire l'alcol in maniera efficace. In caso di assunzione, infatti, vi è un elevato rischio di danni fisici e psichici.
  • non sottovalutare l'influenza che i comportamenti di consumo di alcol hanno sui figli: adottare modalità di consumo moderate e dimostrare loro che in determinate situazioni, ad esempio se si deve lavorare o guidare, non si beve;
  • informare i figli sugli effetti e sui rischi dell'alcol;
  • insegnare ai figli a saper dire di "no": è fondamentale per resistere alle pressioni del gruppo di pari e agli stimoli provenienti dalla società e dalla pubblicità;
  • non comprare bevande alcoliche per i figli e non incaricarli di comprarle;
  • non dare ai figli alimenti che contengano alcol, così da non abituarli al sapore prima del tempo;
  • controllare se nelle associazioni o società sportive che frequenta il proprio figlio circola alcol; parlarne con le altre persone che vivono in zona, con i gestori dei locali, con gli altri genitori, con i responsabili delle associazioni;
  • se un figlio, purché abbia almeno 16 anni, mostra un interesse particolare per l'alcol parlarne con lui per sottrarre all'alcol il fascino del proibito, insegnargli a gestirlo in modo responsabile e a farne un uso moderato;
  • ascoltare, dialogare e mostrare comprensione verso i problemi e le ansie dei figli;
  • cercare di cogliere nei figli i segnali di un possibile problema con l'alcol ("sbronze" frequenti, consumo non moderato, difficoltà emotive come irritabilità, ecc) e parlarne con loro o rivolgersi ai servizi;
  • ricordare che dare il buon esempio con il proprio atteggiamento verso l'alcol è il modo più efficace per tutelare i figli.
 
 

I materiali della campagna

 
portafoto

Accompagna l'iniziativa un portafoto con i messaggi chiave della campagna e con la possibilità di inserire uno scatto della propria famiglia.

 
 
portafoto

La locandina riprende l'immagine della campagna e sintetizza, attraverso pochi suggerimenti, l'idea che il consumo responsabile si insegna anche con il buon esempio.

 
 
 

Il programma delle iniziative

 

Distretto di Carpi

19/4 Liceo M. Fanti - Carpi - ore 20.30
Adolescenze: le storie dei ragazzi e degli adulti si incontrano - conferenza spettacolo rivolta ai genitori delle classi prime e seconde, a cura di Servizio di Psicologia, Consultorio familiare, Servizio Dipendenze Patologiche del Distretto sanitario, Liceo Manfredo Fanti, Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Carpi, Spazio di aggregazione comunale "Ma c'è!".
Il Liceo Fanti aderisce al progetto "scuole libere dall'alcol".

30/4-1/5 Sala di via Cabassi 4 - Carpi
Uno sguardo nel mondo dei club alcologici territoriali - mostra fotografica a cura di ACAT.
 
17/4 nell'ambito della Festa di primavera - Carpi
Stand informativo a cura di ACAT.

 
Documentare il disagio: alcolismo, genere femminile e ... altro

Documentare il disagio: alcolismo, genere femminile e ... altro
Ciclo di 4 incontri a cura della Commissione Pari Opportunità - Unione delle Terre d'Argine, Centro Documentazione Donna di Modena, in collaborazione con Azienda USL di Modena - Distretto di Carpi, FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) e Ascom-Confcommercio Modena.

 

Programma degli incontri:
 
19 aprile - Sala del Museo della Bilancia, Via Garibaldi 34/A - Campogalliano - ore 21.00
Introduzione ai problemi alcol-correlati: consumi, tendenze, atteggiamenti tra le donne
Saluti: Sandra Cavazzuti -  Commissione Pari Opportunità Unione Terre d'Argine
Moderatore: Claudio Vagnini, Direzione Distretto sanitario di Carpi
Intervengono:

  • Maria Rosa Morandi - Centro Alcologico Azienda USL Modena;
  • Massimo Bigarelli - Servizio Dipendenze Patologiche e Centri Alcologici Distretti sanitari di Carpi e Mirandola;
  • Maria Dirce Vezzani - Consultorio familiare del Distretto sanitario di Carpi;
  • Lara Schiatti - ACAT, Associazione dei Club Alcologici Territoriali.
 

3 maggio - Centro Sociale "O.Pederzoli" , Via Capotti 18 - Limidi di Soliera - ore 21.00
Presentazione del libro "Vino e bufale" di Enrico Baraldi e Alessandro Sbarbada
Introduce: Fanny Zangelmi - Centro documentazione donna di Modena
Intervengono:

  • Stefano Bellentani - Centro Studi Fegato Azienda di Modena;
  • Lara Schiatti - ACAT, Associazione dei Club Alcologici Territoriali.

A seguire, degustazione di cocktail analcolici, preparati dal Centro Polivalente di Limidi.

 

17 maggio - Sala Civica, Via Mazzini 9 - Rovereto di Novi di Modena - ore 21.00
Presentazione del libro "Dove dorme l'ornitorinco. La storia di Laura con l'alcol" di Franco Baldo
Introduce: Fanny Zangelmi - Centro documentazione donna di Modena
Intervengono:

  • Maria Corvese - Servizio Psicologia Clinica e Dipendenze Patologiche, Distretto sanitario di Carpi;
  • Gianna Morselli - Associazione Vivere Donna Onlus.
 

31 maggio - MedCafè, Piazzale Ramazzini 25 - Carpi - dalle ore 19.30
No droga, no alcool, si volley
Happy HourAnalcolico (dalle 19.30)
Letture delle ragazze del Forum Teatro Carpi
AfterDinnerAnalcolico (dalle 21.00)
Moderatore: Fabio Poncemi -Giornalista sportivo.
Invitati:

  • Massimo Fontanarosa - Direzione Confcommercio Carpi;
  • Referente Associazione Familiari e Vittime della Strada Onlus;
  • Carmelo Alberto D'Addese - Assessorato allo Sport e al Benessere del Comune di Carpi;
  • Lorenzo Cavallini - Settore giovanile femminile Correggio Volley.

Testimonianze di giocatrici della LiuJodi A2 Femminile, della CSC Correggio e dell'Universal Carpi B1 Maschile.

 

 

Distretto di Mirandola

Striscione della salute

Striscione della salute - concorso di idee rivolto ai ragazzi del territorio del distretto di Mirandola per la realizzazione di striscioni con messaggi di promozione della salute.

 

Il concorso è organizzato in collaborazione tra Distretto sanitario e Assessorati alle Politiche Giovanili dei Comuni del distretto. Gli striscioni vincitori saranno esposti nel corso delle manifestazioni sportive-culturali del territorio. Consegna lavori entro il 30 aprile.

 

18 maggio - Cavezzo - ore 21.00
Serata informativa su alcol e dipendenze, a cura del Servizio Dipendenze Patologhe del Distretto di Mirandola, AVAP, Croce Blu e Comune di Cavezzo, con intervento del Dr. Massimo Bigarelli, responsabile Servizi Dipendenze Patologiche dei Distretti di Carpi e Mirandola

28/5 San Felice s/Panaro
26/6 Mirandola
Stand della salute nell'ambito di due gare podistiche ("Trofeo Smerieri"- Mirandola e "Al gir dal mulin" - San Felice s/Panaro), a cura del Distretto sanitario con la collaborazione delle società sportive dilettantistiche e Associazione Podisti di Mirandola.
 
28/5 Teatro - Concordia - ore 9.00
Ballo senza sballo - premiazione del concorso organizzato dalle AVIS di Cavezzo, Concordia s/s, Midolla, Massa Finalese, S.Felice, S.Possidonio in collaborazione con il Distretto sanitario, rivolto ai ragazzi delle classi III delle scuole secondarie di I grado.

 

Il cartellone vincitore realizzato dalla III D di Cavezzo

 
 

 

Distretto di Modena

29/3  e 12/4 Sede del Centro Osservazione e Diagnosi (via Ragazzi del 99) - Modena - ore 20.30
Alcol, non sei uno di famiglia - incontro con l'Associazione Genitori del CEIS di Modena; intervento della dr.ssa M.Rosa Morandi del Centro Alcologico del Distretto sanitario di Modena.
 
2/4 Centro Famiglia di Nazareth - Modena - ore 10.00-12.00
Punto informativo e di sensibilizzazione a cura di professionisti del Centro Alcologico di Modena e rappresentanti delle associazioni AA,Al-anon, ACAT di Modena, in occasione di un evento formativo per Pediatri dell'Azienda USL di Modena
 
11/4 Sala Truffault  - Modena - ore 20.30
"City island" - cineforum a cura di Comune di Modena, Centro Alcologico, Associazione Genitori del CEIS, AA, Al-anon, ACAT Modena e il Centro documentazione donna di Modena.
 
27/4 Ospedale privato accreditato Villa Rosa - Via F.lli Rosselli 83, Modena - ore 15.30
Cineforum "My name is Joe" di Ken Loach (1998). Alla proiezione sono invitati tutti i degenti e i loro familiari, gli operatori sanitari di Villa Rosa e dei Centri Alcologica e le associazioni di auto-mutuo aiuto.
Al termine della proiezione seguirà un breve dibattito.
Nel corso della settimana le associazioni di auto-mutuo aiuto organizzano uno punto di ascolto presso Villa Rosa per maggiori informazioni sulla prevenzione e la cura dei disturbi alcolcorrelati.
 
3/5  Bar Arcobaleno - V.Toniolo, Modena - ore 18.00
Alcol e famiglia - incontro a cura dei professionisti del Centro Alcologico di Modena rivolto alle famiglie che hanno partecipato ai "Percorsi genitori" organizzati dalla Fondazione CEIS nell'anno scolastico 2010/2011.
 
4 maggio - Sala Rabitti c/o sede Polizia Municipale, Modena - ore 9.00-12.00
Seminario "Gli interventi di prevenzione e contrasto ai disagi alcolcorrelati"
Introduce: Dr. Franco Chiari - Comandante Polizia Municipale e dirigente settore Ufficio Politiche delle Sicurezze del Comune di Modena
Intervengono:

  • Dr. Claudio Ferretti (Responsabile Settore Dipendenze Patologiche dell'Azienda USL di Modena) - "Alcol, salute e servizi sanitari";
  • Dr.ssa Maria Rosa Morandi (psicologa del Centro Alcologico del Distretto sanitario di Modena) - "I diversi significati del bere alcolici: nuovi stili e fenomeni emergenti";
  • Prof. Giuseppe Tarzia (ACAT) - "Il ruolo dell'associazionismo e il supporto alle famiglie".
 

 

Distretto di Sassuolo

4/4 e 20/4 - ore 10.30-12.30
Interventi di prossimità a cura degli operatori di strada del Progetto Strada Facendo, presso le aree esterne dell'Istituto Morante di Sassuolo e IPSIA Ferrari di Maranello.
 
6/4 Free Net - via Bonincontro Fiorano Modenese - ore 19.30
Cena analcolica con intervento della dott.ssa  Giorgia Pifferi, psicologa del Servizio Dipendenze Patologiche del Distretto di Sassuolo, dal titolo "I nuovi modelli di consumo di alcol dalla famiglia ai gruppi di pari".
 
7/4 ITI Volta - Sassuolo - ore 9.00- 12.30
I bicchieri di troppo....sono lo stupefacente - tavola rotonda per gli studenti delle scuole secondarie II grado, con la presenza di rappresentanti di AIGVS, Centro Alcologico del Distretto di Sassuolo, Polizia Municipale, Prefettura, Comune di Sassuolo.

4/4 - 9/4 -  Formigine
Settimana della prevenzione alcologica - controlli di polizia stradale, commerciale e di sicurezza pubblica (nei pubblici esercizi, circoli privati  e comunque in locali in cui si somministri o si vendano alcoolici per asporto). In particolare verranno effettuati controlli relativi alle ordinanze (c.d. del "pacchetto sicurezza") in materia di vendita di alcolici ai minori e uso ed abbandono di recipienti in vetro.
Il clou dell'iniziativa è previsto nella notte tra venerdì 8 e sabato 9: "superpattuglia stradale" con target specifico "alcool e sostanze" con il supporto di personale sanitario ausiliario (Croce Rossa civile e militare) e presidio nel centro storico di Formigine (sempre con supporto di personale della CRI e di volontari della sicurezza). In quest'ultimo caso, oltre ai controlli nei pubblici esercizi, dalle ore 23 sarà attivo il presidio per due ore.
Il comunicato stampa dell'iniziativa (dal sito del Comune di Formigine)

 

 

13/4 Centro per le famiglie - Via caduti sul lavoro 24 - Sassuolo - ore 20.30  
Stili di vita sani:a partire dalla famiglia. Come promuovere modelli di comportamento adeguati in tema di consumi di bevande alcoliche - la dr.ssa Patrizia Intravaia,  psicologa  dell'Ufficio Comune di Sassuolo e il Dr. Claudio Annovi,  Psicologo Responsabile del Servizio Dipendenze patologiche del Distretto di Sassuolo, incontrano i genitori degli studenti delle scuole secondarie di I grado.
 
17/4 - Centro Giovani - Maranello - ore 16.00
Forum di discussione per i giovani sul tema del consumo consapevole di bevande alcoliche, a cura degli operatori del Progetto Strada Facendo in collaborazione con ACAT Sassuolo.

 

30 aprile - centro città, Sassuolo - ore 16.15
Stand informativo con operatori del Centro Alcologico del Distretto sanitario di Sassuolo nell'ambito della seconda edizione de "La Fiatona di San Giorgio", manifestazione non agonistica a carattere ricreativo e ludico-motorio di 3.2 e 8.1 km aperta a tutti, organizzata dall'Assessorato allo sport del Comune di Sassuolo in collaborazione con Atletica Corradini, Podistica Sassolese, Gruppo sportivo Totip Ansaloni, G.P. La Guglia, Podistica MDS.

 
 

 

Distretto di Pavullo

Happy Hour

19/4  Spazio culturale Evasione - Pavullo - ore 17.30
Evento di musica, informazione e confronto rivolto ai giovani accompagnato da aperitivi analcolici, a cura di Associazione Laboratorio Musicale del Frignano, l'Ufficio di Piano dei Comuni del Frignano-Coordinamento dipendenze giovani e il Servizio Dipendenze Patologiche del Distretto sanitario di Pavullo.
Concerto del gruppo La Banda della Comasina
Intervento di Pasquale Coco e Antonella Parrocchetti del Servizio Dipendenze Patologiche sul tema "E sai cosa bevi". 

 
 

22/4  e 29/4 - Pavullo
Il centro del paese si apre al confronto sui temi dell'alcol: i bar e i ristoranti che aderiscono alla campagna  espongono la locandina "Alcol, non sei uno di famiglia" e propongono aperitivi e cene alle famiglie, con menù senza alcol. Ad ogni famiglia viene offerta una consumazione gratuita per un bambino.
Iniziativa realizzata grazie alla collaborazione tra Comune di Pavullo, Azienda USL di Modena - Distretto sanitario di Pavullo, Associazioni locali, scuole, parrocchia, Spazio culturale Evasione, Associazione Tuttixpavullo, Comune di Fanano.
Elenco dei locali: 
Mister Frog, via Giardini 178
Osteria del Conte, Piazza Montecuccoli 8
Caffè Zanotti, via Giardini 34
Ristorante Corsini, via Giardini 121
Caffè Speranza, via Giardini 140
Bar Degustazione Giardini, via Giardini 122


26/4  Bar La Pace - Fanano - ore 17.30
Esperienze a confronto, tra operatori socio-sanitari del territorio e famiglie, un momento di scambio di opinioni e di riflessione sul consumo alcolico, le modalità educative assunte dalle famiglie, le abitudini culinarie ed enologiche della montagna. L'incontro prevede un momento ricreativo con buffet e bevande analcoliche.
 
29/4  Sala Oratorio Don Gemello di Monteobizzo - Pavullo - ore 20.30
Alcol, non sei uno di famiglia - serata di sensibilizzazione e riflessione sui temi educativi che favoriscono un contesto di crescita orientato ai sani stili di vita. Incontro rivolto a genitori e famiglie, a cura dei professionisti del Centro Alcologico di Pavullo, in collaborazione con Parrocchia di Monteobizzo, Parrocchia di S. Bartolomeo, Ufficio Scuola del Comune di Pavullo, Direzione didattica di Pavullo, Direzione Scuola Media Montecuccoli di Pavullo-Comitato dei genitori del Circolo didattico, A.A. e Al.Anon.

 

 

Distretto di Vignola

concorso fotografico

Alcol, non sei uno di famiglia. Il consumo responsabile si insegna anche con il buon esempio - Concorso fotografico per studenti delle scuole secondarie di I e II grado del distretto di Vignola. Partecipazione individuale, in gruppo o gruppo-classe; consegna di massimo 2 fotografie entro il 3 maggio (ore 13).

 
 

6/5 Castello di Guiglia - ore 21.00
Premiazione del concorso fotografico per studenti "Alcol non sei uno di famiglia. Il consumo responsabile si insegna anche con il buon esempio", consegna di un gadget di partecipazione a tutti i concorrenti ed esposizione degli scatti dei partecipanti
Bere bene si può? - Incontro e dialogo con le famiglie, con gli interventi di:

  • Monica Amici - Sindaco di Guiglia e assessore area integrata politiche giovanili, politiche per la famiglia e politiche per l'immigrazione
  • Dr. Angelo Vezzosi - Direttore Distretto sanitario di Vignola
  • Dr. Renzo Marzola - Resp.le Servizio Dipendenze Patologiche Distretto di Vignola
  • Dr.ssa Emanuela Ridolfi - Presidente LAG Vignola Coop. Soc.
  • Fabio Venturelli - Comandante Corpo Unico di Polizia Locale dell'Unione Terre di Castelli

Durante la serata è prevista anche la premiazione del concorso  "Poesiamo e Raccontiamo", condotta da Andrea Barbi con l'intervento dell'attrice Franca Lovino. 

 

Nell'ambito della campagna verranno diffusi materiali informativi nelle farmacie del territorio e verrà svolta dai Medici di Famiglia un'attività di sensibilizzazione nei propri ambulatori.
 
Le iniziative sono a cura di: Distretto sanitario di Vignola, Unione Terre di Castelli - Politiche Giovanili, Comune di Montese, LAG Vignola, AA, Al.Anon, CAT. 

 

 

Distretto di Castelfranco

19/4 Biblioteca comunale - Castelfranco - ore 14.30-17.30
Alcol e famiglia - incontro di sensibilizzazione e condivisione delle esperienze rivolto a operatori sanitari (di Neuropsichiatria Infanzia e Adolescenza, Centro Salute Mentale, Consultorio Familiare, Psicologia Clinica, Ospedale), Medici di Medicina Generale, operatori sociali (dei Comuni - Area Minori), operatori dell'Educativa di strada, studenti e personale scolastico, Operatori dello sportello scolastico,  volontari dei gruppo di auto-aiuto (Club Alcolisti in Trattamento, Alcolisti Anonimi).
Presentato e moderato dalla Dr.ssa Marilena Durante (Resp.le Servizio Dipendenze Patologiche del Distretto di Castelfranco) e con gli interventi dei professionisti del Servizio Dipendenze Patologiche, l'incontro affronterà i seguenti argomenti: attività del Centro Alcologico; alcol e famiglia; equipe e rete dei servizi pubblici, privati e del terzo settore; testimonianze di CAT, Al.Anon e A.Ateen; criticità e linee di miglioramento.

 
 

Conferenza stampa e Rassegna stampa e web

 

Si è svolta giovedì 7 aprile 2011 la conferenza stampa di lancio della campagna. Sono intervenuti (da sinistra nella foto): Giuseppe Tarzia, Luca Pedretti, Fabrizio Starace, Claudio Annovi, Giuseppe Fattori, Stefano Cencetti, Giuseppe Caroli.