1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Uso dei loghi della Regione Emilia-Romagna
PPS Modena - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Prima giornata carpigiana per la prevenzione delle malattie del fegato: conoscere per prevenire e curare

Incontro rivolto alla cittadinanza

 

Sabato 19 aprile 2008 - dalle ore 10 alle ore 18.30
C/o il Centro Comerciale Borgogioioso
Carpi

 
cura di
"Amici del Fegato-ONLUS"
Azienda USL di Modena

 

L'associazione no-profit " Amici del Fegato-ONLUS" , attiva sul territorio del Distretto di Carpi-Campogalliano-Novi e Soliera ormai da parecchi anni (ricordiamo il Progetto Dionysos tuttora in atto da ormai 15 anni a Campogalliano), organizza assieme all'Azienda USL di Modena con cui ha avviato dal 2007 la realizzazione di un Centro Studi Nutrizione e Fegato presso i Distretti di Carpi e Mirandola (Responsabile il Gastroenterologo-Epatologo Dott. Stefano Bellentani), per l'intera giornata di SABATO 19 APRILE (DALLE 10 ALLE 13.00 E DALLE 15.00 ALLE 18.30) presso il Centro Commerciale Borgogioioso la prima giornata carpigiana per la prevenzione delle malattie del fegato .

L'obiettivo principale di questa giornata, che fra l'altro cade proprio nel mese di Aprile, mese dedicato alla prevenzione della malattie correlate all'abuso di bevande alcoliche, è quello di richiamare l'attenzione dei cittadini sull'importanza della prevenzione e della diagnosi precoce delle malattie del fegato, che spesso sono silenti, non danno sintomi e che si possono quindi scoprire solo attraverso un esame del sangue. Le malattie del fegato sono una causa molto frequente di ricorso a visite ed esami specialistici, a cure mediche e a ricoveri in Ospedale.
Oggi molte di queste malattie, se scoperte in tempo, si possono curare e, attraverso una informazione piu' capillare sulle norme igieniche e soprattutto sull'alimentazione e sui corretti stili di vita, si possono prevenire. Per questo è importante controllare lo stato di salute del proprio fegato e sapere che cosa possa farlo ammalare. Nel nostro territorio sappiamo che circa una persona ogni 6 (15-20% della popolazione generale) ha alterazioni delle transaminasi (un semplice esame del sangue che puo' indicare la presenza di una malattia di fegato), cioè puo' avere una infiammazione del fegato.
L'infiammazione del fegato, che spesso diventa cronica e se non scoperta e non curata, puo' progredire verso forme piu' gravi di malattia quali la cirrosi o il tumore del fegato, dipende da vari fattori, spesso eliminabili, tra cui virus (epatite B, epatite C); fattori tossici come l'abuso di bevande alcoliche o l'intossicazione dovuta ad alcuni farmaci; fattori legati alla dieta e ad un errato stile di vita (eccesso di grasso nel fegato) o fattori genetici. Le transaminasi, se alterate, sono un indice molto specifico di qualche problema al fegato.
 
Per tutta la giornata del 19 aprile , medici specialisti, infermieri e dietisti che lavorano nel Centro Studi Nutrizione e Fegato, su base volontaria, grazie alla disponibilità della Direzione del Centro Commerciale Borgogioioso (che si ringrazia) saranno all'interno del centro commerciale, a disposizione dei cittadini interessati che vorranno controllare le transaminasi, e quindi lo stato del proprio fegato, ed avere informazioni e consigli. Il dosaggio delle transaminasi verrà effettuato gratuitamente, dietro magari una minima offerta che i cittadini vorranno devolvere per la ricerca su queste malattie, da una goccia di sangue ottenuta con la semplice puntura di un dito: la risposta del test sarà disponibile in pochi minuti. Se il test risulterà alterato verranno date indicazioni sui controlli e le venturi cure da effettuare a cura del personale del Centro Studi Nutrizione e Fegato . Verrà anche distribuito importante materiale informativo.